La Magia del Natale a Monopoli si accende anche quest’anno di un inedito spettacolo di luci e colori nell’area portuale. Per il terzo anno consecutivo Engie Servizi SpA, multinazionale leader nel settore energetico, rinnova la partnership con la Città di Monopoli e trasforma le facciate dei palazzi storici e delle architetture che costeggiano il Molo Margherita in uno straordinario schermo, tutto rigorosamente in veste natalizia, grazie alle moderne tecnologie delle video proiezioni.

Effetti video, colori e luci si diffondono su alcuni dei monumenti più importanti come il Castello Carlo V e il Palazzo Martinelli, trasformando edifici reali in animazioni virtuali, da lasciare tutti senza fiato.

«Questa iniziativa è un ulteriore tassello del vasto programma di Monopoli Christmas Home che ci accompagnerà fino al prossimo 6 gennaio. Le proiezioni al porto, quest’anno particolarmente suggestive, rappresentano un ulteriore motivo di attrazione della città che sono sicuro otterranno l’apprezzamento dei monopolitani e tutti coloro che sceglieranno Monopoli per una breve vacanza o semplicemente per una serata tra amici», afferma l’Assessore al Turismo Cristian Iaia.

Quest’anno il progetto si ispira alla favola del Grinch, un folletto dispettoso che detesta l’atmosfera di gioia tipica delle feste natalizie. Decide così di sabotare la festa, rubando regali e decorazioni. Ma ecco che succede qualcosa che non aveva previsto: lo spirito del Natale regna sovrano nel paese e gli abitanti del villaggio da lui saccheggiato gli dimostrano che la festa non è legata solo alle cose materiali. Il Grinch impara così la lezione e restituisce i regali agli abitanti del villaggio, che lo invitano a condividere con loro la gioia del Natale.

Una sorta di metafora della situazione congiunturale attuale, per lanciare un messaggio di fiducia e speranza che possa aiutare a vincere la paura della pandemia e a ritrovare una nuova normalità.

Insieme alla favola, la realizzazione grafica mira anche a valorizzare le tradizioni locali e le risorse del territorio attraverso simboli tipici quali il gozzo e l’ulivo monumentale. Allo stesso tempo le immagini si aprono verso il resto del mondo augurando la condivisione degli stessi sentimenti in tutte le lingue, proiettate sul porto, da sempre simbolo di apertura e scambio culturale. Il passaggio dal cielo stellato si mischia con le architetture, per poi sfociare nel mare e ritrovarsi tra le nuvole rose ispirate a “Pigs on the wing”, brano scritto da Roger Waters, che si apre con una domanda: “Cosa succederebbe se non ci importasse l’uno dell’altro?”. Il Natale ci unisce e ci fa ritrovare l’amore per noi e per gli altri.

Potrebbe interessarti...

Ultima settimana per visitare PhEST a Monopoli Ultimissimi giorni per visitare PhEST – Festival internazionale di fotografia e arte a Monopoli, che terrà spalancati i battenti della settima edizione fino al 1 novembre con le sue 32 mostre diffuse nel centro storico di Monopoli tra vicoli, piazzette, lungomare, porto Vecchio e Muraglia, e luoghi del cuore come Palazzo Palmieri, la chiesa dei SS....
Dal mese di ottobre torna la rassegna Rendella d&#... Primo appuntamento giovedì 13 ottobre alle ore 17:30 L'Assessore alla Cultura Rosanna Perricci comunica che nel mese di ottobre riprende "Rendella d'Autore", la rassegna letteraria della Biblioteca dedicata ai dibattiti culturali e agli incontri con scrittori e saggisti. Si parte il 13 ottobre alle ore 17:30 con l’incontro culturale dal titol...
La Festa e la fiera di S. Lucia Anche quest'anno si rinnovano i festeggiamenti in onore di Santa Lucia presso la chiesetta di via Cavour.  Il Triduo di preparazione si terrà dal 10 al 12 dicembre 2016 con la recita del Santo Rosario, alle ore 16.45 seguita dalla celebrazione eucaristica alle ore 17.30. Una ricorrenza dell'agenda della tradizione locale che rappresenta un bene imm...
Monopoli sulle pagine nazionali de “La Repub... Un articolo a firma del premio Campiello 2015, Nicola La Gioia, giornalista e scrittore Con Phest, festival internazionale di fotografia, conquista l'apertura della pagina culturale di Repubblica del 16 settembre 2016.  A firmare l'interessante articolo uno dei più grandi scrittori italiani, Nicola la Gioia, vincitore nel 2015 del Premio Strega co...