Dal 19 luglio al 3 novembre 2024 Monopoli ospita la tappa pugliese della grande mostra-evento di urban art “In My Name above the show”, organizzata da Unlike Unconventional Events in collaborazione con il Comune di Monopoli e curata da Martina Cavallarin con Antonio Caruso, con la direzione artistica di MADE514, il coordinamento culturale e scientifico di Christian Leo Comis e il patrocinio dell’Università di Padova, del Dipartimento dei Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica.

Per oltre tre mesi le opere di 17 tra i più autorevoli artisti di fama internazionale che hanno segnato lo sviluppo dell’arte urbana in Europa, invaderanno gli affascinanti spazi di archeologia industriale dellEx Deposito Carburanti celebrando la storia e l’evoluzione di una delle correnti più iperdinamiche dellArte Contemporanea: da Boost a Cento Canesio, Dado, Etnik, Giorgio Bartocci, da Hemo a Joys, Macs, Made514, Peeta, Proembrion, fino ad arrivare a Satone, Soda, V3rbo, Vesod, Won Abc, Zed1.

«Continuano i grandi appuntamenti culturali del Comune di Monopoli in grado di catalizzare intorno alla città l’attenzione di tanti appassionati e turisti. Dall’estate fino all’autunno ospiteremo tanti artisti e le loro opere che faranno rivivere l’ex deposito carburanti, un luogo che ritorna al centro anche grazie a queste iniziative», afferma il Sindaco di Monopoli Angelo Annese.

«Un altro grande appuntamento dell’Assessorato alla Cultura e per il quale ringrazio tutti coloro che collaborano consentendo di portare a Monopoli questo evento dal rilievo internazionale. I colori, le idee e lo stile unico di ben 17 artisti faranno diventare la città la capitale della urban art, trasformando ambienti ingialliti dal tempo in vere e proprie opere d’arte», dichiara l’Assessore alla Cultura Rosanna Perricci.

In My Name è una presa di posizione. Il titolo dichiara una partecipazione responsabile. Lo faccio nel mio nome, a mio nome, io sono qui e mi dichiaro.

Lo spazio scenografico intriso della memoria storica industriale del Novecento, diventerà un grande palcoscenico partecipato e condiviso dove opere, performance, azioni site specific, installazioni, sculture e musiche dialogheranno con un fitto calendario di eventi collaterali e discipline urbane quali il parkour, il bike, lo skate e la danza per restituire senso e substrato a una vera e propria avanguardia nata mezzo secolo fa negli Stati Uniti, in grado di riunire gioventù, periferie e minoranze e influenzare profondamente l’immaginario collettivo.

Fenomeno di lenta rivoluzione, l’urban art raccorda e offre l’incipit a molteplici discipline che occupano la macro sfera dell’incontro tra il sociale e l’urbano, la forma e lo spazio, dove l’azione non si limita a rappresentare ma coinvolge e stimola la collettività contaminandone tutti i campi, dalla moda alla musica, dal cinema alla fotografia fino alla pubblicità.

Nello straordinario teatro dell’ex deposito militare, adiacente la Stazione Ferroviaria di Monopoli, i grandi rami germinali della Urban Art esporranno lavori realizzati con tecniche poliedriche, che spaziano da pannelli ad acrilico e spray a installazioni di diverse dimensioni. Boost raccorda visivo e sonoro mediante una visione remixata del mondo; lo spray di Cento Canesio definisce forme elementari e asciutte nelle quali il cane è parte integrante della firma; tra i precursori del Writing in Italia, Dado sperimenta e unisce differenti linguaggi; i paesaggi urbani di Etnik si condensano in grandi agglomerati geometrici; la tensione creativa di Giorgio Bartocci ricrea una simbolica sintesi delle surreali routine da “modernità liquida” che ci circondano; figura eclettica, Hemo concepisce l’arte come strumento di cambiamento positivo della comunità; Joys costruisce labirinti impossibili dove nulla è lasciato al caso e le forme ubbidiscono sempre a precise regole logiche e geometriche; il segno pittorico di Macs è declinato al fumetto, allo studio del Lettering e al fotorealismo; le linee curve di Made514 sono una scelta dell’anima che mettono artista e spettatore in risonanza con un linguaggio archetipo; le opere anamorfiche di Peeta ridefiniscono le superfici provocando una interruzione temporanea della normalità che sfida la percezione; le composizioni di oggetti matematici di Proembrion costruiscono forme irresistibili che combinano colore e spazio; artista in costante movimento, Satone realizza opere in dialogo tra contesto e persone, lasciando agli spettatori un senso di spaesamento e personale percezione; l’arte di Soda ruota attorno a ritmo, spazio, forme, luci e ombre, esplorando costruzioni di lettere in costante dialogo con il suono autoprodotto; V3rbo è un’artista trasversale che introduce nuove regole visive celebrando la scrittura e indagandone le derive mediali; partendo dalla ricerca surrealista Vesod indaga lo spirito dei luoghi, dialoga con le persone e si concentra sui miti e le leggende autoctone; ogni giorno Won Abc rompe gli schemi e rinnova il suo stile scardinando le idee preconcette e definendo attraverso l’arte una nuova idea di mondo; street artist puro, che declina in un surrealismo post-moderno, Zed1 crea mondi di burattini umanoidi in dialogo con la realtà che li circonda, ed evolvendosi tanto nello spazio quanto nel tempo.

Potrebbe interessarti...

Monopoli è la decima destinazione estiva della Pug... Pubblicato il rapporto dell’Agenzia Puglia Promozione riferita ai mesi di giugno, luglio e agosto La Città di Monopoli si conferma una delle mete preferite non solo in provincia di Bari ma in tutta la Regione Puglia ed è la città non capoluogo più visitata della provincia di Bari. È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio dell’Agenzia Puglia Pr...
“Prospero Young”: si festeggia il compleanno della... Anche la sesta edizione della versione autunnale di “Prospero Fest” sarà dedicata ai giovani. “Prospero Young” celebra anche quest’anno il compleanno della rinascita della Rendella prevedendo dal 9 al 12 novembre 2023 dodici appuntamenti con protagonisti i giovani volontari che dialogano con gli autori. L’iniziativa è stata fortemente voluta dall'A...
I Tour dell’Infopoint – a passeggio o ... L’Infopoint di Monopoli vi porta in giro per la città, a piedi o in bici, per farvi scoprire castelli e vicoli medievali, raccontarvi storie di monumenti antichi e chiese rupestri, lasciarvi respirare l’aria frizzante di campagna e farvi assaporare il meglio delle nostre tradizioni locali. Immergetevi nella più vivace e autentica atmosfera di Pugl...
Prospero Young Nuova edizione del festival di cultura e letteratura, per celebrare l’anniversario della riapertura della Biblioteca “Prospero Rendella”. Programma in corso di definizione.