Nelle notturne e affascinanti immagini  di questo video una Monopoli dall’alto “vestita” di tradizione nel corso della manifestazione “il gozzo delle meraviglie” che si è tenuta tra l’8 e 9 dicembre ’16. Per l’occasione “Borgo Antico dei Pescatori”, la Pro Loco di Monopoli, l’Assessorato allo Sviluppo Economico, l’Assessorato al Turismo, in collaborazione con il Gac-Puglia “Mare degli Ulivi” e l’ausilio dell’Associazione Operatori Centro Storico,  hanno dato vita alla favola dell’ “Alice nel Gozzo delle Meraviglie” (raccontata e cucinata dai pescatori), un preludio di sapori e di tradizioni dal mare, musica, spettacolo e artigianato, dove per la prima volta è stato protagonista l’alimento principe della tradizione marinara pugliese: il  pesce azzurro.

A completare la bella iniziativa in programma due spettacoli di richiamo: il 7 dicembre  era presente il noto comico pugliese Renato Ciardo, reduce dal suo ultimo tormentone “Ciaddì” e dal suo spettacolo “Solo solo”, mentre l’8 dicembre sono stati proposti i brani più belli della discografia di Fabrizio De Andrè, artista che in più occasioni si è dimostrato vicino al mondo della pesca, proposti e rivisitati dalla celebre band de “I Maltesi”. Nell’ambito del programma anche la  mostra fotografica di stampe d’epoca riguardanti l’antico porto di Monopoli nei primi del ‘900 , ideata e curata dal “Gruppo Corteo Storico”,  situata nello splendido scenario di Palazzo Martinelli.

Potrebbe interessarti...

Studio Azzurro – Meditazioni Mediterraneo La mostra allestita da Studio Azzurro nelle ex-Casermette di Monopoli in collaborazione con il Comune di Monopoli e la Fondazione Museo Pino Pascali.
PhEST 2020 – Tuning The Dawn Il concerto all’alba dall’isolotto della Porta Vecchia di Monopoli dell’artista Giorgia Angiuli per l’edizione 2020 del festival di arte e fotografia PhEST.
Costa dei Trulli Festival – Promo I edizione... Il promo della I edizione del Festival musicale che unisce il territorio della Costa dei Trulli.
Ancora a giocare stai? “Ancora a giocare stai?” è il documentario di Alessandro Piva dedicato al maestro Iginio Iurilli e al lavoro dietro la sua mostra personale, “La Forma del Colore”, che si racconta attraverso l’arte dello spazio, della fusione di pittura e scultura, del pubblico che diventa protagonista.